EENI Global Business School / Scuola di Affari

Guardie rivoluzionarie islamiche - Iran


Share by Twitter
Italia (Master Commercio Estero)

Controlla il 33% dell'economia iraniana. Guardiani della Rivoluzione Islamica. Musulmani

Si stima che il Corpo della Guardia Rivoluzionaria Islamica controlla intorno a un terzo dell'economia dell'Iran attraverso di filiali e Affidamento.

Esempio - Guardie rivoluzionarie islamiche
Guardie rivoluzionarie islamiche

L'unità di apprendimento "Guardie rivoluzionarie islamiche" fa parte dei seguenti programmi di istruzione superiore online insegnati da EENI Global Business School:

  1. Master: Affari Internazionali
  2. Dottorati: Affari in Africa, Commercio globale

Lingue: Italia - Istruzione superiore online (Corsi, Master, Dottorati) in Inglese Islamic Revolutionary Guard Italia - Istruzione universitaria online in Spagnolo Guardia Revolucionaria Islámica Italia - Istruzione terziaria online in francese (Corsi, Master, Dottorati) Garde révolutionnaire islamique

Gli "Angeles Times" suggerisce che la Guardia Rivoluzionaria Islamica ha collegamenti con più di un centinaio d'imprese e può avere dell'entrate annuali di più 12.000 milioni di dollari, soprattutto nella costruzione.

Il Generale Mohammad Ali Jafari (1957) è il comandante dell'Esercito dei Custodi della Rivoluzione Islamica dell'Iran. Fu nominato dal Leader Supremo dell'Iran, Ali Khamenei, il 1 di settembre di 2007, per succedere al Generale Yahya Rahim Safavi.

In settembre di 2009, il Governo dell'Iran, vendette il 51% dell'azioni della Compagnia di Telecomunicazioni dell'Iran alla Fondazione Consorzio Mobin (Etemad-e-Mobin), un gruppo affiliato alla Guardia Rivoluzionaria, per la somma di 7,8 milioni di dollari.

È stato la maggiore transazione nella storia della Borsa di Teheran.

I Custodi della Rivoluzione anche sono proprietari di un 45% nel gruppo automobilismo Bahman e ha una partecipazione maggioritaria nella costruzione navale SADRA attraverso Khatam a il-Anbia.

Il gruppo Bahman di Automobili fu fondato nel 1952 come Iran Khalij Co. Società Anonima con un capitale iniziale di 600.000 Rls come operatore di trasporto e agenti di dogane.

A partire di 1959 la compagnia cominciò il montaggio di un Mazda di tre ruote. Più tardi, nel 1971, la compagnia aumentò la sua offerta di prodotti includendo vari Mazda Pick-ups. Si stima che il Corpo della Guardia Rivoluzionaria dell'Iran possiede il 45 per cento dell'azioni della compagnia

Religioni e affari - Islam in Asia - Bonyads



(c) EENI Global Business School / Scuola di Affari (1995-2024)
Non usiamo i cookie
Tornare all'inizio della pagina